Nits vs Lumen vs Luminanza

 > Nits vs Lumen vs Luminanza

riepilogo

La luminanza è un parametro importante dello schermo TFT ed è un indicatore che possiamo percepire in modo più intuitivo. Nit, lumen e luminanza sono tre indicatori che descrivono la luminosità. Cosa significano e quale è adatto per descrivere lo schermo TFT?

1.Flusso luminoso

2.Intensità luminosa

3.Luminosità o luminosità

4. Riflettanza

5.Come convertire il flusso luminoso irradiato e l'illuminamento?

6.intensità luminosa Iv e illuminamento E tra come convertire?

7.conclusione

Esistono molte unità e specifiche diverse per descrivere la luminanza, come flusso luminoso, intensità luminosa, luminosità o riflettanza per descrivere le caratteristiche luminose dei loro prodotti, cosa significano rispettivamente? Come convertire tra diverse unità di luminanza? Capire questi ti aiuterà molto nell'acquisto di prodotti display.

Flusso luminoso

Flusso luminoso (Flusso luminoso): ovvero il tasso di energia luminosa irradiata da una sorgente luminosa o il tasso di flusso luminoso (Flow arte), la quantità di luce di base per la capacità di illustrare la sorgente luminosa, l'unità è lumen ( Lume). Ad esempio, una lampadina da 100 watt (W) può produrre 1.750 lm, mentre un tubo fluorescente bianco freddo da 40 W può produrre 3.150 lm di flusso luminoso. Per definizione, 1lm è l'intensità luminosa (l) di una sorgente luminosa puntiforme uniforme di 1cd emessa in un angolo stereo di 1 grado sferico.

Intensità luminosa

Intensità luminosa (Intensità luminosa, Candlepower): intensità luminosa indicata come luminosità, si riferisce a un angolo tridimensionale dalla sorgente luminosa (unità sr) irradiato dal flusso luminoso, ovvero la sorgente luminosa o l'illuminazione emessa dal flusso luminoso nello spazio nella densità di distribuzione della direzione selezionata, l'unità per il lume di candela (Candle o Candela, cd). L'intensità luminosa della sorgente luminosa 1cd può irradiare 12,57 lm di flusso luminoso. Illuminamento (luminanza): la densità del flusso luminoso ricevuto sul piano illuminato, misurata dal flusso luminoso per unità di superficie. 1 lm di flusso luminoso uniformemente distribuito su una superficie di 1 metro quadrato (m2), che produce 1 lux (Lux, lx) di illuminamento; 1 LM di flusso luminoso cade su una superficie di 1 piede quadrato (ft2), il cui valore di illuminamento è 1 piede candela (Footcandela). candela).

Luminosità o brillantezza

luminanza o Luminosità: quando l'occhio umano vede visivamente qualcosa, può essere espressa in due modi: il primo è usato per valori luminosi più alti come sorgenti luminose o lampade, direttamente alla sua intensità luminosa da esprimere; il secondo serve per luce propria non luminosa ma solo riflettente come: superfici interne o oggetti in genere, a luminosità. Luminanza che viene illuminata per unità di superficie in una certa direzione emessa o intensità luminosa riflessa, per mostrare la differenza tra oggetti illuminati chiari e scuri, l'unità del sistema metrico per lume di candela/metro quadrato (Candela/m2, cd/m2) o nit (nit ), l'unità di sistema britannica per piedi Lambert (Foot-lambert).

Riflettanza

Riflettanza o fattore di riflessione: la luminosità di una superficie dipende dalla quantità di luce che cade su di essa e dalla capacità della superficie di riflettere la luce; la quantità di luce che può riflettere e la forma di distribuzione dipendono dalla natura della superficie del materiale, espressa in termini di rapporto tra luce riflessa e luce incidente, noto come rapporto di riflettanza o riflettanza (%) della superficie del materiale. Una superficie nera perfetta ha un rapporto di riflessione pari a 0, il che significa che non importa quanta luce cada su di essa, non viene prodotta alcuna luminosità e tutto viene assorbito; viceversa una superficie perfettamente bianca ha un rapporto di riflessione pari a 1 (riflessione 100%, assorbimento 0%). Per misurare il rapporto di riflessione, posizionare innanzitutto il misuratore di illuminamento sulla superficie dell'oggetto per leggere il suo valore di illuminamento superficiale Ei (luce incidente), quindi posizionare il valore di illuminamento su di esso 5-8 cm (parte sensibile alla luce verso la superficie e assicurati che non ci siano ombre che bloccano), puoi misurare il suo valore di illuminamento riflesso Er (luce riflessa), l'illuminamento della superficie diviso per il quoziente dell'illuminamento riflesso è la superficie del materiale Il rapporto di riflettanza della superficie del materiale.

Come convertire il flusso luminoso irradiato e l'illuminamento?

Ovviamente, l'effetto dell'irraggiamento non è lo stesso per diverse superfici, quindi in questo caso si usa una luminosità per regolare le prestazioni della sorgente luminosa. L'illuminamento è chiamato luminosità, che è definito come il rapporto tra il flusso luminoso dφ sull'elemento di superficie in un punto della superficie che riceve la luce e l'area ds dell'elemento di superficie in quel punto, ed è espresso in lux, e può essere scritto COME

 E=dφ/ds

Dalla formula precedente si può conoscere, purché il flusso luminoso della sorgente luminosa LED φ, e l'area da illuminare S, quindi in questa area S della superficie, si possa trovare il suo illuminamento E. Pertanto, l'illuminamento può anche essere chiamato flusso luminoso per unità di superficie. Dalla definizione di illuminamento e dalla formula precedente, possiamo ricavare il rapporto di mutua conversione tra φ ed E, l'illuminamento E e l'area unitaria possono essere calcolati dal flusso luminoso φ: 

 φ = E – ds 

Queste relazioni sono molto importanti nelle applicazioni pratiche, sono spesso utilizzate nella formula di progettazione di base. Ad esempio: sorgente luminosa a LED per lampioni, i lampioni sono noti per essere alti 10 metri, la distanza tra le luci è di 16 metri, per rendere l'illuminazione della strada tra le due luci per 20lux, ciascuna lampada sorgente luminosa a LED da utilizzare quanto flusso luminoso?

Qui r=16/2=8m

Quindi S=3.14×82

= 200 mq

Quindi, abbiamo: φ= E – ds=20lux×200m2

= 4000lm

Il flusso luminoso φ e l'intensità luminosa, cioè l'intensità della luce, possono essere convertiti l'uno nell'altro?

Una sorgente luminosa puntiforme, supponendo che sia al centro della sfera, se il suo flusso luminoso è 4π lm (≈ 12.56lm)

Quando l'intensità luminosa in qualsiasi punto della sfera è 1cd, da questo punto in poi, possiamo eseguire la conversione tra i due sotto la condizione.

La conversione tra i due è possibile alle condizioni.

Facciamo un esempio per illustrare, se è noto che l'intensità luminosa di un LED Iv = 5cd, il suo angolo di emissione è di 60°, chiedilo

Qual è il flusso luminoso equivalente? Poiché il LED è trasformato in un dispositivo non è realmente una sorgente luminosa puntiforme, emette luce.

Esiste un certo intervallo di distribuzione della luce, qui è 60°, solo 1/6 della sfera, in questo momento il suo flusso luminoso equivalente può essere espresso come: φ = (4π × 60 ° / 360 °) lm × 360 ° ) × 5cd = 10lm, a parità di intensità luminosa, maggiore è l'angolo di emissione del LED, maggiore è il flusso luminoso equivalente, diverso

Lo stesso angolo di eiezione in Iv nello stesso tempo, φ con θ aumenta e aumenta.

Nits vs Lumens vs Luminance

intensità luminosa Iv e illuminamento E tra come convertire?

Innanzitutto comprendere la seguente definizione di illuminamento: l'illuminamento è il flusso luminoso dφ sull'elemento di superficie in un punto della superficie ricevente la luce, e tIl rapporto tra la superficie ds, illuminamento con lux come unità, utilizzando il simbolo lux, può essere espresso come segue.

 E=dφ/ds

Ovviamente a parità di flusso luminoso, maggiore è l'area dell'elemento di superficie illuminata, minore è l'illuminamento, e viceversa.

Se il flusso luminoso del LED φ e l'area da irradiare, puoi convertire l'illuminamento E, se conosci il LED.

Se conosciamo l'intensità luminosa del LED Iv e l'angolo di emissione θ, possiamo anche calcolare l'illuminamento sulla superficie della superficie di S.

Ad esempio, un LED con un angolo di emissione di 60° e un'intensità luminosa di Iv = 1cd, se illuminato su un piano con una distanza normale di 0,1 M

L'illuminamento può essere ottenuto dai seguenti passaggi:

Dalla suddetta conversione di Iv e φ, sappiamo che il flusso luminoso equivalente φ = 4π × (4π) di un LED con un angolo di emissione di 60° e un'intensità luminosa di 1cd

Il flusso luminoso equivalente φ = 4π × (60°/360°) ≈ 21m, e nell'irraggiamento alla distanza di 0,1 M dell'elemento di superficie, l'area dell'elemento di superficie illuminato S

è come segue.

S=π(dtan30°)2

≈ 3,14×(0,1×0,58) 2≈0,0105M 2

Se la distanza è 1 M, l'illuminamento all'angolo di irradiazione è solo 1,92 lux.

conclusione

Nel settore dei display di solito si usa nit per descrivere la luminosità, l'apparecchiatura BM-7 o CA410 di Konica Minolta di Topcon è l'uso principale delle apparecchiature del settore, se non c'è una richiesta speciale per Oh, la luminosità generale del display di 260nit ~ 320nit, ovviamente, può essere luminosità del display tft personalizzata, se necessario, contattaci.

Scorri in alto